Laurea Magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali

Laurea Magistrale
120 Crediti
Accesso libero
Durata: 2 anni
Via della Ricerca Scientifica, 1 00133 Roma
Lingua: Italiano

Il Corso di Laurea Magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali si colloca nel quadro di riferimento europeo per i Corsi di Studio di secondo ciclo nell'area della Scienza dei materiali. Il corso è strutturato nel suo complesso per fornire allo studente approfondimenti disciplinari atti ad estendere e rafforzare le conoscenze acquisite durante il primo ciclo di studi. In particolare, vengono approfondite le conoscenze delle proprietà più propriamente fisiche e chimiche dei materiali, delle loro applicazioni in campo biologico, oltre ad elementi degli aspetti ingegneristici.

 

All’interno della Laurea Magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali lo studente potrà scegliere tra due curricula:

1) Scienza e Tecnologia dei Materiali;
2) Materiali per la Fotonica.

Entrambi prevedono il conseguimento della laurea dopo il superamento di esami per complessivi 120 crediti.

Il curriculum "Materiali per la Fotonica" è organizzato in collaborazione con il Master "Photonik" dell'Università Wildau di Berlino, e prevede la frequenza obbligatoria del secondo semestre del primo anno presso l'Università tedesca. Gli insegnamenti previsti saranno erogati in lingua inglese.
Risultato di questa collaborazione è il conseguimento di una doppia pergamena:

  • la Laurea Magistrale Italiana 
  • il Master Engineering-Photonics dell'Università di Wildau

Subito dopo l’iscrizione gli studenti devono comunicare alla Segreteria della Macroarea di Scienze la loro scelta del curriculum. Questa scelta potrà essere modificata, con l’approvazione del Consiglio di Corso di Studio (CCS), prima dell'inizio del secondo semestre del primo anno.

Obiettivi formativi

  1. acquisire le conoscenze di Fisica e di Chimica, nonché le competenze sperimentali utili allo sviluppo di nuovi materiali partendo dalla conoscenza degli atomi e delle molecole che li compongono;
  2. acquisire le conoscenze di base della Matematica e dell’Informatica necessarie ad elaborare modelli e a trattare i dati derivanti dallo studio dei materiali innovativi;
  3. possedere la metodologia ingegneristica necessaria a prefigurare processi complessi che richiedano alte capacità organizzative;
  4. essere capaci di progettare, gestire e coordinare esperimenti che coinvolgono discipline diverse;
  5. infine acquisire una sufficiente cultura d’impresa e la capacità di comunicare per iscritto e verbalmente in lingua Inglese.

Per conoscere i dettagli del corso consulta la Guida Didattica.

La laurea magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali permette:

  • Accesso al Dottorato di Ricerca
  • Contratti di Ricerca (in Università o Istituti di Ricerca, in Italia e all’estero)
  • Accesso alla carriera direttiva della pubblica amministrazione.
  • Impiego qualificato presso industrie manifatturiere (settori della microelettronica, TLC, nano materiali e software).

I laureati possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.

Di seguito alcune testimonianze tratte da "Oltre i materiali. La scienza tra le nostre dita. Quaranta storie di lavoro e formazione" a cura di Liu” M. Catena e Ivan Davoli, Springer, 2010

La Scienza dei materiali realizza un pò il sogno degli antichi alchimisti: trasformare ciò che vale poco in qualcosa di nuovo e di grande valore (...) Piero Angela

Marcello, laurea, Università degli Studi di Genova

Durante il terzo anno del corso di laurea in Scienza dei Materiali presso l’Università degli Studi di Genova, appena tornato da Vienna, dove ha trascorso lo stage per il lavoro di tesi, Marcello legge un annuncio nel quale Ansaldo Ricerche S.p.A. una società di Finmeccanica, cerca un tecnico possibilmente giovane per una sostituzione maternità nel laboratorio chimico-metallurgico. Egli risponde, sostiene un colloquio, lo supera e viene reclutato. Contemporaneamente continua gli studi per concludere la laurea triennale. Marcello entra in un laboratorio di ricerca riguardante i materiali e i rivestimenti delle palette per le turbine...dopo due anni nel settore ricerca dell'azienda, viene trasferito al reparto materiali dove curerà una delle attività più importanti, il servizio di failure analysis.

Nadia, laurea, Università Milano-Bicocca

Il fotovoltaico è il settore imprenditoriale di ricerca e innovazione dove Nadia si esprime professionalmente con successo e soddisfazione: ha una giovanissima età e, in un mondo a prevalenza maschile, ha raggiunto il ruolo di responsabile del controllo qualità e della metrologia alla Prama Swiss Sa, in Svizzera dive ricoprirà il ruolo di Head of Quality Assurance & Reliability.

Niccolò, laurea specialistica, Università di Padova

Il trasferimento tecnologico finalizzato all'applicazione industriale: esso ha costituito uno stimolo intellettuale per Niccolò, il quale non ha rinunciato ad occuparsene nella tesi di laurea specialistica in Scienza dei Materiali, nel master in Surface Treatment for Industrial Applications e nei due anni trascorsi presso il laboratori di ricerca INFN, risolvendo i problemi posti dalle aziende . L'esperienza e l'elevata professionalità sviluppate hanno infine permesso di giungere in una multinazionale americana produttrice di materiale di attrito. La perseveranza, la competenza e la serietà di Niccolò vengono premiate ed entra così a far parte del settore automotive in una industria privata americana, la ITT Friction Technologies poi, assieme ad altri colleghi, inizia a studiare le potenzialità del NAO (Non asbestos Organic) che lo porteranno a viaggiare in Germania, USA, Corea e Giappone per presentare le soluzioni connesse a questo tipo di materiale.

Annalisa, laurea, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Alla domanda Perché ha scelto di iscriversi al corso di laurea in Scienza dei Materiali? Annalisa risponde di aver voluto frequentare un corso attivo, non troppo teorico e con uno spiccato orientamento verso la pratica, i laboratori, la sperimentazione. Cercava un corso che fornisse un’elevata competenza nelle attività operative di laboratorio. All'epoca non poteva immaginare quanto queste competenze le sarebbero state indispensabili per espletare al meglio l'incarico di coordinatrice del laboratorio dei materiali di rinforzo presso la Trelleborg Wheel System S.p.A., grande azienda leader nella fornitura di pneumatici.

Francesco, Dottorato di Ricerca, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Francesco ha percorso l’itinerario classico dello studente che decide di fare della ricerca il proprio futuro. Nel 1999 si iscrive alla laurea di primo livello, prosegue con la specialistica, vince un dottorato di ricerca e si aggiudica una borsa di studio post-doc presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Chimiche dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Racconta che il desiderio di diventare uno scienziato dei materiali si è perlopiù sviluppato durante gli anni della laurea specialistica: è in questo periodo che Francesco per la prima volta gode pienamente del sapere e dell’esperienza acquisiti che gli consentono di muoversi con competenza e perizia in un laboratorio di ricerca, confrontarsi con i colleghi e i ricercatori, di sentirsi parte di un disegno comune, di una squadra che avanza in una direzione unica.

 

 

 

Coordinatore del Corso di Studio in Scienza e Tecnologia dei Materiali:

Prof. Claudio Goletti

Docenti di riferimento: Matteo Cirillo, Fabio De Matteis, Olivia Pulci, Maurizia Palummo, Paolo Prosposito, Fabrizio Arciprete, Anna Sgarlata.

Segreteria Didattica del CCS in in Scienza e Tecnologia dei Materiali:

Samanta Marianelli

orario di ricevimento: Lunedì e Venerdì 10.00/12.00 - Mercoledì 14.00/16.00

Per maggiori informazioni sulla Scienza dei Materiali e sui corsi di Laurea all'università' di Roma-Tor Vergata in questa disciplina visitare il sito: http://scienzadeimateriali.uniroma2.it

 

Rappresentanti degli Studenti:

Chiara Ceccarelli; Giuseppe Ammirati